Forum Posts

cogoitalia
Aug 13, 2018
In Fiere, Musei Mostre etc.
Oggi ho fatto un giretto a Gerolstein, situato nella zona vulcanica nella regione dell`Eifel nella Germania al confine con il Belgio. Cittadina famosa per le sue fonti di acqua minerale e per fantastici ritrovamenti paleontologici che vanno dai trilobiti dell`eifeliano ai cavalli dell´eocene. Ora parco naturale protetto dall`Unesco. Purtroppo non si può più cercare liberamente. Io sono andato in un piccolo museo con molti reperti trovati in zona gestito da un collezionista di trilobiti con cui ho avuto il piacere di far due chiacchiere e veder alcuni dei suoi lavori. di seguito alcune foto dei pezzi presenti nel museo minerali e fossili Da quanto ho visto ho notato che esistono più livelli a trilobiti, i più belli provengono da uno strato uguale a quello marocchino, purtroppo non é cosí esteso come in Marocco :D. anche la fauna sembra la medesima Spero che le foto vi siano piaciute, purtroppo il vetro riflette. Il museo, per chi volesse andarci  si chiama: Naturkundemuseum Gerolstein - Zeitreisen am Eifelsteig Hauptstraße 72 54568 Gerolstein Naturkundemuseum Gerolstein 06591/9899459 poi giretto per il paese
Gerolstein museo geopaleontologico del geoparco dell´Eifel content media
1
0
55
cogoitalia
May 11, 2018
In Paleozoic Area
Ecco quì dei trilobiti del carbonifero del Belgio. È la prima volta che mi capita di vedere dei trilobiti così recenti. Se non sbaglio questi sono gli ultimi esponenenti della famiglia trilobitomorphatrilobitomorpha. Dopo di che si estinsero. Chissà per quale motivo? Stà di fatto che sono stati gli animali con il più grande successo evolutivo.
Trilobiti del carbonifero content media
1
0
46
cogoitalia
May 03, 2018
In Paleozoic Area
Una Elrathia kingii di 4 cm quanto può essere rara?
0
1
17
cogoitalia
Apr 29, 2018
In Preparazioni paleo
Come si vede nella foto mi si stà crepando il fossile. La colla che lo teneva incollato si stà sfacendo. Il fossile non mi sembra protetto con paraloid od altro. Ora come procedo? Vorrei prima fissare il fossile e poi rompere la lastra, pulire con cura la crepa e reincollare il tutto. Ora per acquistare i prodotti per il restauro so già a chi rivolgermi. Come dovrei procedere? Non vorrei rovinare tutto visto che ci tengo molto e non ho più visto esemplari come questo.
Aiuto  content media
1
18
84
cogoitalia
Apr 03, 2018
In Paleocafè
Stò organizzando la prossima gitarella. Cerco info sul parco dell'Ardeche on Francia. Ho già preso contatto con il museo locale e stò aspettando risposta. Al massimo andrò a pescare o a visitare delle grotte con pitture rupestri. Oppure anche se più difficile cerco info per i trilobiti in Portogallo. A quanto ho capito qualcosa ti fanno spaccare ma non ho trovato molto a riguardo e la Regione non offre molto altro da fare . Se non ricordo male Ebo tempo fà aveva fatto una proposta per il Portogallo.
0
2
35
cogoitalia
Mar 22, 2018
In Paleocafè
come gia´ tempo fa avevo anticipato ho fatto un viaggio on the road alla ricerca di fossili nel sud dell´inghilterra fino al Galles ecco un diario di viaggio di questi 2500 km percorsi in una settimana. Sono partito accompagnato da mio papa´il lunedi´notte attorno alle 23 da Sankt Ingbert, la citta´in cui risiedo, situata nel Saarland (Germania a confine con la Francia) alla vota di Calais per prendere il ferry in direzione di Dover. Arrivati a Calais al controllo passaporti veniamo accolti da un gendarme che, appena visto le carte di identita´, inizia a deriderci in quanto italiani. (siamo diventati la barzelletta europea purtroppo). Attorno alle 6 del mattino montiamo finalmente nel traghetto che ci portera´a destinazione. Dopo circa 2 ore ecco che vediamo le scogliere di gesso di Dover. Una volta approdati dirigo l´auto verso la nostra prima tappa. Folkenstone. Qui stravolto dal lungo viaggio raggiungo l´albergo controllo le maree e mi accorgo che purtroppo non sono proprizie. Ugualmente raggiungiamo il punto designato alla caccia ma purtroppo ci accorgiamo che non é proprio possibile raggiungere i fossi in quanto hanno bloccato l´acesso al sito in quanto pericoloso. Fortunatamente una piccola ammonite piritizzata la riusciamo a recuperare Cosí si conclude il primo giorno di caccia, torniamo in albergo mangiamo un boccone e ci addormentiamo. Secondo giorno. Oggi si punta verso l´isola si Wight (esatto quella cantata dai Dik Dik) Prima si va a Portsmouth e qui succede un inghippo, sul cruscotto si accende la spa di un problema elettrico e del blocco motore. Cosa fare? telefono ad un centro assistenza e prendo appuntamento per un controllo. Per fortuna niente di grave un semplice falso contatto. Cosí tranquilizzato mi dirigo verso la spiaggia In mezzo a questi ciottoli si dovrebbero trovare parti di ossa di dinosauro, purtroppo non riesco a riconoscerle e trovo solo del legno fossile e del calcare con conchiglie senza contare tutti i noduli d selce che assumono forme che ingannano e confondono la vista selce che assomiglia ad una vertreba uno dei vari ciottoli sparsi sulla spiaggia contenete conchiglie ed ecco l´accesso alla spiaggia notare come é abbandonato a se stesso paesaggio circostante la spiaggia. Purtroppo la marea si stava ritirando e non era ancora possibile ammirare le impronte di dinosauro che disseminano la spiaggia. La sera siamo andati a mangiare in un pub dell´isola invitati da dei miei amici che risiedono sull´ísola. Il mattino si torna verso l´inghilterra il porto di Portsmouth in direzione della nostra prossima meta.. Lyme Regis Arrivati a Lyme controllo le maree e partiamo alla volta della spiaggia La bassa marea é appena cominciata per cui siamo costretti a camminare in mezzo ad ina pietraia rendendo molto faticosa l´avanzata ma regalandoci la vista di molte ammoniti incastonate in questi massi legno oppure ossa non saprei Rompere questi massi con l´attrezzatura portata da noi non era proprio possibile. Altri "cacciatori" più navigati avevano con se mazze pesanti, pazienza mi godró la camminata fino alla spiaggia delle ammoniti Si cammina letteralmente sopra una lastra enorme di ammoniti. A volte dei ciottoli entrano nell´ombelico dei cefalopodi e, con il moto ondoso ed il via vai della mare, vengono letteralmente scavate ed al suo posto rimane un buco perfettamente rotondo. La marea continua a ritirarsi ma la stanchezza inizia a farsi sentire. tempo permettendo ci torneremo il giorno dopo. Purtroppo il tempo non é buono, piove ed essendo raffreddato preferisco non rischiare di ammalarmi, quindi ci dirigiamo verso la chiesetta del vilaggio ed in seguito verso la dimora di Mary Hanning la tomba del fratello di Mary la casa di Mary che é ora sede di un piccolo museo al cui interno sono custoditi reperti donati da dei collezionisti del luogo. Il museo é suddiviso su 3 piani. Il primo dedicato alla storia "moderna" del villaggio, il secondo dedicato alla paleontologia del luogo mentre il terzo é uno studiolo.
South England e Galles on the road content media
1
20
136
cogoitalia
Oct 23, 2017
In Microscopia e Ottica
Divertiamoci a fotografare. Per prima cosa ho montato un obbiettivo macro della Tamron con proporxione 1:1 della foto. La distanza per la messa a fuoco parte dai 30 cm, quindi per fare delle foto in macro partirò da quusta distanza. Sistemo la reflex su di un cavalletto per stabilizzare la messa a fuoco. Normalmente quando si utilizzano obbiettivi macro si ha bisogno di un'ottima iilluminazione, naturale sarebbe il massimo, ma lavorando in casa risulta difficile, quindi utilizzerò un cubo con pareti traslucide e due faretti posizionati ai lati per avere una buona illuminazione. Solitamente la messa a fuoco risulta difficile soprattutto per i soggetti tridiminsionali, quindi bisogna utilizzare tempi di esposizione più lunghi. Qusto di ottiene lavorando sull'apertura del diaframma utilizzando le impostazioni in tv (time vision) oppure in modalità av che aumenta la profondità di campo. Unico inconveniente bisogna restare oerfettamente immobili anche un piccolo movimento causa la perdita di messa a fuoco del soggetto, da quì l'obbligo del cavvalletto e l'alontanamento del gatto dalla postazione di lavoro. Con questi oggetti e precauzioni si possono ottonere ottime fito in midalità macro Ora se si vuole entrare nel dettaglio più piccolo bisogna diminuire la distanza focale. In questo ci viene in aiuto il soffietto micrometrico, che allontanando l'obbiettivo Dal vorpo principale della fotocamera nè incremenra gli ingrandimenti. Quì però sorge un problema, la messa a fuoco del soggeto. Solitamete i fossili sono tridimensionali quindi ci sono molti piani si cui mettere a fuoco. Con il soffietto questi piani sono, come dire, ancora più distanti. Ciò che prima erano pochi mm ora sono decine di cm e quindi impossibile da mettere tutii perfettamente e totalmente a fuoco. Dovremmo accontentarci di fotografare solo piccoli dettagli . Ecco il soffietto montato Per cui con il soffietto sarranno molto dettagliate le foto di fossili"piatti" Mentre per trilobiti od altrori sulteranno un poco sfocate con questa tecnica. Ecco il soffietto in azione su di una coppia di Curcuglioni durante l'atto riproduttivo A breve le foto fatte durante questo "tutorial"
Photo set content media
2
7
63
cogoitalia
Aug 09, 2017
In Paleocafè
Stò organizzando un viaggio di 8 giorni a Marzo in Inghilterra. Due tappe sono già fissate. L'isola dei dinosauri o più comunemente detta dai Dik Dik, isola di Wight, e naturalmente due giorni a caccia di bacarozzi a... Upper Gilwern Quarry con cui ho già preso contatto. Io andrò in auto, facendo un tour on the road, chi si vuole unire mi contatti pure, stò preparando l'itinerario ed un preventivo Le date potrebbero essere soggette a delle variazioni Partenza da dove risiedo in auto il 4 marzo partenza in notturna per arrivare il 5 marzo a Calis a prendere il traghetto per Dover o folkkstone e rientro il 12 marzo Ho pensato fi far 3 tappe durante il viaggio In B&B o hotel Per i costi è ancora presto in quanto i biglietti per i traghetti non sono ancora disponibili. Più o meno i costi dei bed end brekfast si aggireranno attorno a 40 euro a notte al massimo.
1
1
44
cogoitalia
Aug 09, 2017
In Presentazione Utenti
Mi chiamo Mirco e sono originario da un paese vicino a Venezia. Ora emigrato in terra teutonica da 5 anni. Vi seguo da un po' ed alcuni di voi già mi conoscono, ma sono troppo pigro per postare qualcosa, purtroppo il lavoro non mi permette di stare troppo tempo conneso ma cercherò di essere un poco più presente e condividere quel poco che conoso . Principalmente colleziono trilobiti anche se gli insetti fossili sono la mia passione ma ahimè, di difficile reperimento. Un saluto a tutti e ci leggiamo prissimamente
1
5
57

cogoitalia

Altre azioni